• Mastoplastica Additiva

    Mastoplastica Additiva

    La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia plastica volgarmente chiamato anche ingrandimento del seno, uno degli interventi estetici più richiesti dalle adolescenti insieme alla liposuzione.

    Non di rado le donne soffrono a causa di seni troppo piccoli in relazione all’aspetto generale del corpo. La predisposizione e la dimensione del seno piccolo sono per lo più genetiche. La mastoplastica additiva rappresenta una possibilità per adeguare in modo armonico il seno considerato troppo piccolo rispetto all’immagine corporea generale o desiderata, intervento la cui crescita è stata del 300% dal 1997 al 2007.
    Le incisioni per inserire le protesi si possono praticare :
    nel solco sottomammario quando l operatore utilizza protesi anatomiche ,oppure nel caso di tecnica “dual plane”. In questo caso la ghiandola mammaria non viene toccata dal momento che la protesi scivola sotto di essa e le cicatrici sono praticamente visibili solo a braccia alzate.

    Nella parte inferiore dell’areola mammaria, le cicatrici in questo caso sono praticamente invisibili nel tempo dato che il colore della pelle è più scuro.

    Sotto l’ascella si ottengono ottimi risultati anche se l’emostasi e difficoltosa e la formazione di protesi pericapsulare ipetrofica e più frequente.

    Le protesi vengono così inserite attraverso delle tasche ottenute dalle incisioni; queste tasche possono essere create dietro la ghiandola mammaria (sottoghiandolari ), dietro al muscolo pettorale (sottomuscolare)completa o parziale (dual plane ).

    Leave a reply →

Photostream