• Blefaroplastica Laser-Assistita

    Blefaroplastica Laser-Assistita

    Chirurgo Estetico il dott. Marcello Melandri è tra i primi in Italia ad utilizzare i laser nella chirurgia estetica. Dal 1984 ha accumulato un ampia esperienza e casistica che lo pone tra i professionisti italiani più qualificati nel settore della chirurgia laser-assistita. Fondatore dell’A.I.S.A.L. , Associazione Italiana Studi e Applicazioni Laser, attualmente opera e visita in strutture private a Monza, Porto san Giorgio, Pesaro e Mantova. Rispetto al bisturi e elettrobisturi tradizionale, il laser offre al chirurgo una visione nitida senza sangue e senza trauma del campo operatorio e ciò consente un decorso post-operatorio senza complicazioni tipo dolore, gonfiore e retrazioni cicatriziali che rappresentano purtroppo le cause maggiori dell’insuccesso in chirurgia estetica. Nel caso specifico della blefaroplastica il raggio laser asporta cute, piccolissima porzione di muscolo atrofizzato e borse di grasso senza danneggiare i tessuti circostanti che vengono avvicinati con una delicata sutura tale da rendere quasi invisibile la cicatrice futura. Quando un occhio è da operare? Quando è presente una blefarocalasi oppure delle borse di grasso stabili. L’invecchiamento delle strutture muscolari o la loro atrofia porta alla formazione di pieghe cutanee alla palpebra superiore o alla formazione di ernie di grasso e rughe profonde a quella inferiore, il tutto determina una lenta ma costante riduzione del campo visivo e obbiettivamente un’immagine di invecchiamento precoce. Ci sono rischi ? Con l’intervento tradizionale la risposta al trauma può essere una maggiore formazione cicatriziale con risultato di avere l’occhio incavato o sbarrato. Con il laser usato da mani esperte non deve innescarsi un trauma e pertanto non devono presentarsi complicazioni gravi. Com’è il decorso post-operatorio ? Non c’è dolore ma solo la sensazione di fastidio legata ai punti. Entro una settimana si rimuovono tutti i punti, per le fumatrici incallite il decorso è un pò più lungo e l’ematoma può essere più persistente. Che precauzioni bisogna assumere ? Sulla zona operata, finchè permane il rossore, bisogna utilizzare una protezione totale alla luce per evitare pigmentazioni.

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream